Agosto nella media.

 Agosto si è mantenuto nella media climatica del mese, con precipitazioni un po' scarse e temperature un po'al di sopra delle medie soprattutto fino alla metà del mese. Purtroppo il perdurare delle poche precipitazioni anche per questo mese toglie definitivamente ogni speranza di ripresa delle produzioni nell'orto estivo. In totale negli ultimi tre mesi sono caduti circa 70mm di pioggia, dei quali 20 ad agosto con un primo episodio nella prima decade e un secondo episodio a carattere autunnale il giorno 26.

Nonostante la siccità i Moscatelli del Lavacello hanno continuato a fiorire, legare e crescere i loro frutti; anche le poche zucche serpente nate hanno iniziato a fiorire, mancano all'appello solo le angurie; tutto ciò è avvenuto senza nessun tipo d'intervento da parte nostra.

Alla fine gli istrici hanno capito che anche la nostra presenza notturna tra le patate era innocua, o per lo meno poco rischiosa per loro, quindi si sono presentati per ben 5 volte mentre noi stazionavamo di notte tra le file. Ad ogni modo ho iniziato a levare le gambe secche constatando una produzione scarsa ma di buona qualità, con danni non trascurabili da parte di apodemus sylvaticus.

Ad agosto ho iniziato a falciare e battere il lino col gran caldo: errore perchè ne è andato perso in entrambe le operazioni, d'ora in poi meglio aspettare. Il girasole ha rallentato molto il suo ciclo ed appare ancora in fioritura; presumibilmente molti semi saranno vani.

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Novembre nella norma.

Ottobre freddo e umido.

Luglio al caldo in compagnia degli istrici.